Passiamo ai fatti!

Dopo il primo articolo esclusivamente dedicato ad una spiegazione globale della IIFYM, entriamo più nel particolare per spiegare il calcolo dei macronutrienti e le calorie giornaliere.La prima cosa da calcolare per un primo approccio a questa dieta è il TDEE ovvero ciò che noi spendiamo quotidianamente in termini di calorie.Il TDEE sarebbe un insieme delle calorie bruciate durante una giornata con le nostre attività ( lavoro,sport, ecc ) e il nostro metabolismo.Per calcolare il TDEE potete andare sul sito ufficiale americano IIFYM.Nel sito è possibile effettuare il calcolo del TDEE, del nostro metabolismo e inoltre permette di calcolare proprio i macronutrienti per iniziare la flexible dieting. Calcolato il TDEE ( che sarebbero, ancora una volta, le calorie spese giornalmente ) possiamo impostare i grassi, le proteine e i carboidrati secondo parametri precisi.

PROTEINE: 1g per lb

GRASSI: 0.45 per lb

CARBOIDRATI: le restanti calorie

Bisogna ricordare che le proteine e i carboidrati hanno per grammo la stessa quantità di calorie (4Kcal) mentre i grassi hanno (9kcal).I valori scritti prima sono i più utilizzati ma possono variare in base poi alla propria esperienza.Se il nostro scopo è il dimagrimento dobbiamo scendere al di sotto del nostro TDEE, di solito si inizia con 500 kcal sotto il TDEE.Se invece si vuole aumentare massa muscolare dobbiamo aumentare (avere quindi un surplus calorico ) rispetto al TDEE.Facciamo un esempio: Luca ha un TDEE di 2500 calorie.Decidendo di dimagrire,le calorie che deve mangiare ogni giorno sono 2000, se vuole aumentare di peso invece, diventano 3000 calorie.Una volta impostati i nostri obbiettivi si può passare al conteggio dei macro.Un consiglio importante: se per due settimane non avete cambiamenti di peso, aumentate o diminuite ancora le calorie giornaliere, a secondo dei vostri scopi.

Ok vi ho detto come calcolare il TDEE i macronutrienti, ma come faccio a contare le calorie,i grassi, le proteine e i carboidrati?esistono varie applicazioni su smartphone che sono molto semplici e utili.Io consiglio Myfitnesspal, disponibile sia su dispositivi iOS che Android.Un’altra applicazione simile è Fatsecret.

 

Il primo blog ufficiale dedicato interamente alla “IIFYM”

La dieta nata in America con il nome “IIFYM” ha il significato di If It Fits Your Macros, che tradotto vuol dire: se quello che mangiamo rientra nei nostri macronutrienti allora possiamo mangiarlo! Per i meno esperti del settore, i macronutrienti sono tre: grassi, carboidrati e proteine. Una volta calcolati i loro valori possiamo mangiare ciò che vogliamo, basta che a fine giornata tutto rientra in modo preciso.

Questa dieta sembrerà assurda, vi starete chiedendo ma come sia possibile che mangiando anche un panino al McDonald’s una persona possa dimagrire? Ebbene si, si può! Lyle McDonald e altri esperti nutrizionisti hanno stipulato una sorta di guida per questa famosa dieta e sembra che funzioni davvero. Nella guida viene spiegato come il nostro corpo, nell’atto dell’assorbimento del cibo durante la digestione, non seleziona il cibo “buono” da quello “cattivo”,ovvero non c’è differenza tra riso integrale e un petto di pollo rispetto ad un panino del McDonald ( ovviamente solo se i macronutrienti siano uguali ).Proprio grazie a questo, quindi, restando in una dieta ipocalorica (sotto il nostro fabbisogno calorico giornaliero) è possibile dimagrire mangiando un gelato o anche la tanto amata nutella!! Fino ad ora la dieta sembra molto facile da fare e molto aperta, ma ho tralasciato cose molto importanti.Lyle McDonald dice che nella Flexible Dieting ( altro nome per IIFYM ) si deve tener conto anche di fibre,vitamine e sali minerali di cui il cibo “spazzatura” né è privo.Proprio per questo ogni giorno dobbiamo mangiare frutta,verdura cerali per raggiungere le quote necessarie dei micronutrienti.Insomma la dieta può sembrare assurda, ma le testimonianza di chi la segue sono straordinarie, io stesso la sto seguendo ormai da due anni e vi assicuro che funziona!